MigrArti tra i vincitori Premio Rete Critica 2018

Sabato 15 novembre alle 22.30 sono stati proclamati i vincitori del Premio Rete Critica 2018, che la rete dei migliori blog e siti web indipendenti di informazione e critica teatrale assegna dal 2011 al teatro italiano contemporaneo. Dopo la prima fase di votazioni raccolte online, la finale si è svolta al ridotto del Teatro Verdi di Padova, in cui è stato possibile assistere agli spettacoli delle compagnie finaliste e alle presentazioni dei progetti organizzativi e dei progetti di comunicazione selezionati per la fase conclusiva. Alla manifestazione hanno partecipato anche i rappresentanti delle testate che hanno partecipato alla votazione.

MIGLIOR SPETTACOLO/COMPAGNIA: KEPLER 452
Siamo a Bologna, ma potrebbe essere la Russia di fine ‘800. Potrebbe essere quasi Checov. Il giardino dei ciliegi – trent’anni di felicità in comodato d’uso di Kepler-452 si svolge a Bologna e parla di Fico, il turismo, l’ossessione del cibo, gli sgomberi, la speculazione sulla street art, Blu e i murales cancellati. Si fotografa una città in rapido mutamento, mettendo il dito nella piaga: cosa rimane? Che che cosa scompare? Che che cosa sta accadendo?
Al centro c’è la situazione affettiva di Annalisa e Giuliano, sfrattati da una casa dove vivevano da decenni. Una mescolanza di reale e di sguardo costruito sulla quotidianità.
Kepler-452 è anche anima del festival 20 30 e di diversi progetti che propongono un discorso “giovane” sulla città e sul presente, per far uscire allo scoperto una nuova generazione dalla voce sommersa, per pensare di tornare a utilizzare il teatro per parlare del mondo e nel mondo.

MIGLIOR PROGETTO/ORGANIZZAZIONE: PROGETTO MIGRARTI
Il progetto MigrArti è riuscito a sollecitare le realtà creative nell’interpretare il teatro, le sue pratiche e il suo immaginario come strumento di integrazione culturale e sociale. Realizzare occasioni di sperimentazione, di confronto e scambio generativo, di consolidamento di una comunità è una missione necessaria e urgente, da proteggere e incoraggiare. Specialmente in momento storico in cui diffidenza e chiusura minacciano la tensione all’incontro con l’Altro, di cui la società ha bisogno e di cui il teatro si alimenta e, costantemente, si innamora.
–> Trovafestival e Ateatro hanno lanciato la campagna #migrarti2019 a sostegno del progetto MigrArti: https://trovafestival.com/2018/12/07/trovafestival-sostiene-il-progetto-migrarti/

MIGLIOR PROGETTO DI COMUNICAZIONE: PAROLE O_STILI
Come possiamo ridefinire la modalità con cui stiamo in Rete e responsabilizzarci per scegliere con cura le parole che usiamo sulla scena del Web?
Parole O_Stili attraverso il “Manifesto della comunicazione non ostile”, scritto e votato da oltre 300 persone ha raccolto 10 princìpi per ridurre, arginare e combattere i linguaggi negativi che si propagano facilmente in Rete.
Per chi fa teatro e per chi lo racconta, i dieci punti del Manifesto sono un fondamento da valorizzare e diffondere.

48374109_2406929982715630_8771844586042556416_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.