Le segnalazioni a sostegno di #migrarti2019 (parte 2)

4) SUTTA SCUPA – ANTIGONE POWER (2018)

Sutta Scupa, Centro Astalli Palermo, ‘a Strummula, Corda Pazza, UN.I.S (Unione Ivoriani in Sicilia), Assessorato alla Cultura – Comune di Palermo. In collaborazione con Città Invisibili e il Dipartimento di scienze umanistiche dell’Università degli Studi di Palermo, DAMS. Con il sostegno dell’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana. Progetto vincitore del bando “MigrArti spettacolo 2018” indetto dal MiBACT.
ANTIGONE POWER
di Cristina Ali Farah\regia Giuseppe Massa\drammaturgia Giuseppe Massa, Margherita Ortolani\scene e costumi Mela Dell’Erba\musiche dal vivo Doudou Diouf,Désiré Kudawoo, Latina Caterina Sacco\luci Michele Ambrose\con Glory Arekekhuegbe, Mohamed Dani, Mamadou Oury Diallo, Paolo Di Piazza, Ilenia Di Simone, Fabrizio Ferracane, Marco Leone, Dawda Mballow, Ylenia Modica, Aurora Quattrocchi, Sonia Pennino, Kassie Sunday, Happiness Ugiagbe, Rosario Versaggio\elaborazioni sonore live Giuseppe Rizzo\assistente alla regia Salvo Dolce\assistente alla produzione Elena Amato\coordinamento Salvo Massa\ufficio stampa Vincenza Di Vita
Link al trailer: https://www.youtube.com/watch?v=PV_eZPCbiIs&t=10s

ANTIGONE POWER

5) SUTTA SCUPA – ORLI (2017)

Sutta Scupa, in partnership con ‘a Strùmmula, Curva Minore, Pink Project, Sicily Foreign Students, United Culture Art and Music(UCAM), in collaborazione col Dipartimento di scienze umanistiche dell’Università degli Studi di Palermo – Scuola di lingua italiana per stranieri, col Patrocinio del Comune di Palermo-Assessorato alla Cultura, con il sostegno dell’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, spettacolo nato nell’ambito del progetto Babilonie, vincitore del bando MigrArti 2017 indetto dal MiBACT
ORLI
di Tino Caspanello, regia Giuseppe Massa, scene e costumi Simona D’Amico, musiche Lelio Giannetto, luci Vincenzo Cannioto
con Chadli Aloui, Joseph Anane, Daria Castellini, Mohamed Dani, Ilenia Di Simone, Lamin Fatty, Ama Isele, Marco Leone, Simona Malato, Ylenia Modica, Kessy Sunday, Happiness Ugiagbe.
musiche dal vivo Stephen Amponsah, Lelio Giannetto, John Frempong Manson, Max Modeste Mondow
voce off Jerusa Barros, elaborazioni sonore Gianluigi Cristiano e Giuseppe Rizzo, assistente alla regia Claudia Borgia, assistente alla produzione Dario Raimondi, ufficio stampa Vincenza Di Vita, organizzazione Elena Amato, coordinamento Salvo Massa
laboratorio sul movimento Simona Malato, laboratorio sull’improvvisazione teatrale Rori Quattrocchi, laboratorio di drammaturgia Tino Caspanello, laboratorio tecniche vocali Emiliano Brioschi.
Link al trailer: https://www.youtube.com/watch?v=YVeScPvVO7U&t=1s

ORLI

6) SUTTA SCUPA – Nel fuoco in chorus (2016)

L’11 Febbraio del 2011, il venditore ambulante Noureddine Adnane di 27 anni, vessato dai controlli dei vigili urbani, si toglie la vita dandosi fuoco in pieno giorno a Palermo.
L’ultima ora di vita di Noureddine. Un ring temporale e fisico all’interno del quale prendono luce alcuni frammenti della realtà vissuta dal venditore ambulante: le fughe dai vigili, le multe e il sequestro della merce, l’alienazione di un lavoro ai limiti della legalità, l’ottusità della legge. Una vita spezzata come la sua famiglia: il padre e i fratelli in Italia; la madre, la moglie e la figlia in Marocco. Il percorso a imbuto verso il suicidio è intervallato dagli interventi multilingue del Coro della città che di volta in volta produce un vigile urbano-coreuta che prova a far rientrare nei ranghi l’anomalia-Noureddine. I vigili-coreuti innescano col giovane migrante un combattimento meta teatrale in cui al centro del conflitto c’è il concetto di legalità e la relazione società-individuo. Noureddine ne esce sconfitto ma possiede un’ultima àncora di salvezza: ammettere il fallimento della propria esistenza, tornare in Marocco e vivere per sempre con Habibi (la figlia di sette anni). Quest’ultimo immaginato tentativo risulta però vano. L’ultima porta è stata chiusa. Noureddine prova a riprendere possesso della propria dignità di uomo martirizzando il proprio corpo e mettendo così fine alla sua vita terrena.
Nel fuoco in chorus
testo e regia Giuseppe Massa
scene e costumi Linda Randazzo, Mattia Pirandello
luci Vincenzo Cannioto
suono Giuseppe Rizzo
aiuto drammaturgo Gianluigi Cristiano
con Chadli Aloui, Joseph Anane, Emiliano Brioschi, Mohamad Dani, Poalo di Piazza, Ilenia Di Simone, Irene Enea, Hamidou Jallow, Valentina Lupica, Mondon Max, N’guessan Frank, Giuseppe Tarantino
assistente alla produzione Elena Ama
assistente alla regia Claudia Borgia
grafica Salvo Massa
ufficio stampa Vincenza Di Vita

Nel fuoco in chorus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.