Pergine Festival (Pergine) | luglio

Dal 3 al 18 luglio 2020.
Spettacoli, performance, talks, laboratori, installazioni.
http://www.perginefestival.it
Direttrice artistica: Carla Esperanza Tommasini.
Storia del festival
“Il nostro teatro è la città stessa, sono i suoi spazi dimenticati, gli edifici dismessi, le sale consiliari, i cortili e le piazze. Questo è, prima di tutto, Pergine Spettacolo Aperto: un festival diffuso, un’esperienza di partecipazione,  e un centro di creatività multidisciplinare.”
Punto di riferimento per lo spettacolo dal vivo e per le pratiche performative sperimentali e di ricerca, il Pergine Festival trae da oltre quarant’anni la sua linfa vitale dal luogo che lo ospita, in costante dialogo con la comunità e gli spazi del paesaggio urbano. Il festival è centro propulsore di nuove creatività legate ad ambiti disciplinari diversi e a modalità di produzione e linguaggi espressivi innovativi. Un particolare sostegno agli artisti e alle compagnie emergenti viene dato ogni anno attraverso il Bando Open///Creazione Contemporanea. Il festival è inoltre sempre più proiettato sulla scena internazionale e coltiva intensi scambi culturali e artistici in tutta Europa. In ottobre 2016 ha preso il via un progetto biennale finanziato dall’Unione Europea dal titolo “A manual on work and happiness.
NO LIMITS – FESTIVAL ACCESSIBILE
Dal 2012 Pergine Festival ha attivato NO LIMITS, un progetto nato per garantire accessibilità e inclusione a persone con disabilità: durante i giorni di Festival saranno messi a disposizione servizi gratuiti per persone con bisogni particolari e diverse abilità come l’accesso al trasporto prima e dopo lo spettacolo, l’audiodescrizione o audiointroduzione per Non Vedenti, sottotitoli o servizio di interpretariato della Lingua dei Segni Italiana per Non Udenti. Saranno tre gli spettacoli sottotitolati per Non Vedenti, due quelli proposti con traduzione simultanea in Lingua dei Segni Italiana, quattro gli spettacoli audio-introdotti e uno di questi completo di audio-descrizione. Inoltre, il programma segnala chiaramente l’accessibilità: numerose installazioni sono adatte a qualsiasi tipo di pubblico.

BANDO OPEN EDIZIONE 2020
Il bando OPEN /// CREAZIONE [URBANA] CONTEMPORANEA 2019 è rivolto ad artisti (singoli, compagnie o collettivi) che operano nell’ambito della creazione per lo spazio pubblico a livello nazionale e internazionale. L’obiettivo del bando è la valorizzazione dello spazio urbano e della sfera pubblica attraverso progetti e interventi artistici che riescano a reinventare/immaginare/esplorare lo spazio, trasformando temporaneamente i luoghi e le traiettorie relazionali che li percorrono. Lo spazio pubblico viene pensato non solo come luogo, ma come forma del tempo e area di ricerca, come un orizzonte o paesaggio dove lo spettatore possa riconnettersi con il tessuto urbano, storico e relazionale del luogo.
Il bando è promosso da Pergine Festival e si avvale di un sostegno congiunto, sia economico sia di accompagnamento creativo, del Il Giardino delle Esperidi Festival (Campsirago, LC), Indisciplinarte (Terni), i Festival In\Visible Cities – Contaminazioni digitali (Gorizia e Friuli Venezia Giulia), Periferico Festival (Modena) e Zona K (Milano). Il bando promuove la messa in rete di competenze e supporti economici a sostegno della creazione contemporanea nel campo delle arti performative, architettoniche e delle nuove tecnologie per lo spazio pubblico. Il bando sostiene:
• una nuova produzione, inedita e originale, realizzata attraverso un percorso di accompagnamento e sviluppo creativo condiviso;
• l’ospitalità di un progetto già esistente che preveda un riadattamento ai diversi spazi urbani e contesti in cui verrà presentato.
Date le caratteristiche del bando e il necessario adattamento del progetto al contesto locale, si richiede flessibilità nel riadattamento, ideazione e sviluppo dei progetti.
Per maggiori informazioni: http://www.perginefestival.it/bando-open/
SCADENZA IL 12 DICEMBRE 2019

BANDO SUPERNOVA EDIZIONE 2020
Online la call for proposal dedicata alla valutazione di spettacoli e performance contemporanee (teatro, danza e/o progetti interdisciplinari) pensati per uno spazio teatrale/chiuso. Se sei un artista/compagnia italiana e hai uno spettacolo, pensato per uno spazio convenzionale chiuso, che indaga la contemporaneità attraverso drammaturgie originali, forme e linguaggi (verbali e non) innovativi, sottoponi il tuo lavoro alla nostra attenzione. Non è necessario che il tuo lavoro sia inedito, può aver già circuitato in Italia o all’estero.
Durante il prossimo festival dedicheremo una sezione speciale della programmazione alle esplosioni stellari delle arti performative italiane, che andranno in scena nello spazio chiuso dell’Ex rimessa carrozze.
Per maggiori info: http://www.perginefestival.it/supernova/
SCADENZA IL 5 DICEMBRE 2019

73324936_2581557671903708_952665884176941056_o

CONCORRENTE BANDO LA BUONA GRAFICA 2018
Scheda di presentazione del progetto grafico:
Il 2018 ha inaugurato un percorso triennale dedicato al senso di appartenenza a un terriotorio in relazione con l’essere comunità: co-creare e condividere un luogo, per far convivere il singolo all’interno di una molteplicità e di un territorio condiviso.
L’identità visiva di Pergine Festival parte da questo presupposto progettuale e attiva un necessario processo di scomposizione e ricomposizione in maniera fluida delle vecchie strutture, in particolare del logo dell’associazione, donandogli movimento. La matrice è il concetto di identità dinamica che può essere ricercata in natura nella forma delle piante, nella matematica, nella geometria e nella musica. Qualcosa di mutevole e in costante movimento, una successione continua di eventi, di processi e di trasformazioni. Un’identità, quella del Pergine Festival, che ha più volte cambiato pelle negli anni.
La peculiarità del progetto visivo è quindi, quella di assumere molteplici forme e di relazionarsi sia con il contesto urbano che con quello strettamente comunicativo del festival. Un’identità mutevole che vuole restituire all’immaginario visivo di Pergine Festival quella connotazione di evento diffuso e fruibile in modo dinamico da tutti gli abitanti. Il Festival ambisce infatti a fare della sua passata debolezza (l’assenza di un luogo fisico) il suo punto di forza, concentrandosi su due parole chiare: territorio e comunità.
Il sistema d’identità prende le sue forme intorno a immaginari non astratti, bensì esperienziali, definiti attraverso la reinterpretazione della mappa della città (attraverso l’intersezione di linee nere fluide), in cui i personaggi restituiscono il senso di comunità e di condivisione. I personaggi disegnati riposizionano le persone al centro, e ricordano la rete di relazioni che si attiva in uno spazio di condivisione.

3 pensieri riguardo “Pergine Festival (Pergine) | luglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.