Danae Festival (Milano) | ottobre-novembre

Dal 24 ottobre al 10 novembre 2020.
Artisti che frequentano e attraversano differenti linguaggi dal teatro alla danza, dalla performing art alla musica, dalla videoarte al cinema e che non possano essere catalogati secondo rigide definizioni.
http://www.danaefestival.com/

VERSO DANAE 2020

Uno dei miei propositi consiste proprio nel (…) mostrare che il corpo, o meglio, gli atti corporei concentrati – il radunarsi, la gestualità, lo stare in piedi, tutto ciò che concorre alla costituzione dell’assemblea e che non può essere facilmente assimilato al linguaggio verbale – possono assurgere a principi di libertà e di uguaglianza. Da L’alleanza dei corpi di Judith Butler

Danae si affaccia alla città con un’immagine eloquente: un incontro di specie in un allaccio di corpi, un accenno di danza in un terso fondale marino. Desiderio e auspicio di armonia tra i viventi e tra i viventi e la natura, trovando la giusta distanza, non quella del metro o metro e mezzo, ma quella derivante dall’ascolto, dal rispetto degli spazi di ogni essere e presenza umana o non umana. Ed è da questa necessità di ripensare e rifondare le relazioni, da questo bisogno anche di tornare a danzare, che ci siamo messi in cammino.

Ci siamo inoltre riconosciuti nelle parole della Butler poste a esergo di questa introduzione al Festival, che ci hanno ispirato e sostenuto: l’importanza del raduno, dell’assemblea. Certo ci vorrà cautela e attenzione, si dovranno rispettare le regole dettate dal momento, ciononostante siamo convinti non solo che questo atto dello stare riuniti in un luogo abbia di per sé valore squisitamente politico, ma anche che la potenza dei corpi convocati per un rito comune resti inalterata. In questi ultimi mesi siamo passati dallo sgomento a una sorta di paralisi, da un necessario e prolungato silenzio, al tentativo di attingere alle forze misteriose che ci aiutano a riprendere il movimento. Nell’attuale scenario complesso e per molti versi inedito, ci è sembrato immediatamente evidente che non fosse possibile proporre un programma così come lo avevamo definito a gennaio, non solo per le difficoltà che si pongono in tale contesto, ma anche per una motivazione artistica, che ci ha spinti a interrogarci sul senso e la forma di quello che si andava a proporre.

Non è stato facile trovare una via, ma abbiamo comunque deciso di essere presenti per mantenere un contatto vivo con la città, con i nostri spettatori, con gli artisti, per rinnovare l’incontro, cioè per fare accadere il teatro. La XXII edizione di Danae Festival si svolge quindi come sempre tra spazi aperti e chiusi, dove trovarsi assieme anche solo per “stare” ognuno con il proprio corpo insieme agli altri, in un’”alleanza dei corpi” come rivendicazione dell’importanza della cultura e dell’esistere. Continuiamo a credere che l’arte possa aprire delle finestre nei muri, degli affacci su paesaggi non ancora pensati, magari sognati. Per questo proseguiamo a lavorare affinché le idee, l’immaginazione, il mistero trovino un loro spazio a Danae Festival.

La programmazione di questa edizione di Danae non rinuncia alle proprie caratteristiche, alla promozione dell’innovazione, al sostegno delle progettualità attraverso le residenze, alla presentazione di lavori a carattere multidisciplinare. Abbiamo ragionato con gli artisti che avevamo previsto a inizio anno e cercato di salvaguardare la presenza di molti di essi, dove possibile, concentrandoci su quelli italiani. È stato interessante ascoltare come ognuno abbia cercato di confrontarsi con quanto sta accadendo, le perplessità, le rinunce, le scelte, i nuovi tentativi. In seguito alle varie riflessioni, alcuni hanno deciso di presentare lavori ex novo abbandonando o accantonando per il momento i progetti precedentemente programmati. Sarà quindi un’edizione molto coraggiosa per gli artisti e per noi, una lucina ardente nel buio.

Vogliamo ringraziare tutti gli artisti e le artiste, coloro che saranno presenti e coloro che non hanno potuto esserci, per la disponibilità e per aver cercato insieme a noi di mantenere la relazione e dare continuità a questo progetto di Festival. E infine un invito a tutti coloro che ci hanno seguito con fiducia e stima in questi anni di lavoro appassionato, e anche a coloro che vorranno seguirci proprio a partire da questo strano anno che ci interroga tutti/e ci invita più che mai a scelte responsabili, a cambi di paradigmi: rendiamo possibile l’assemblea, “l’alleanza dei corpi”, distanti più di quanto vorremmo, ma più che mai necessariamente presenti.

SCOPRI il programma 2020

fb danae 1920x1080px_B (1)

CONCORRENTE BANDO LA BUONA GRAFICA 2019
L’identità visiva di Danae 2019 è, come da 8 anni a questa parte, curata dall’illustratore Marco Smacchia, che dal 2011 segue il festival e ne interpreta lo spirito e le suggestioni offerte.
Ogni anno l’ideazione e la realizzazione del concept visivo nascono da un lavoro di team, che parte dal programma e dai contenuti specifici del festival e dalla sua vocazione generale, reinterpretandoli e traducendoli in una sintesi di immagini e colori.
Quest’anno, in particolare, abbiamo deciso di abbandonare il tratto illustrativo e passare a una composizione costruita ed elaborata graficamente.
Il percorso compositivo non ha però del tutto abbandonato la parte analogica e materica del disegno, ma ha mixato in maniera organica lo sfondo dell’immagine, prodotto con pennarello indelebile tipo ufficio diluito con alcol su foglio di acetato trasparente, con elementi puramente grafici in primo piano.
I corpi presenti nella composizione rimandano al mondo minerale, ed in particolare presentano due elementi molto differenti tra loro ma entrambi compresenti nella natura del festival.
In primo piano incombe una pietra nera, un elemento e misterioso, grezzo e irregolare, da cui affiorano parti dorate, come una pepita da svelare, nascosta da una coltre scura.
Alle sue spalle, in secondo piano, si affaccia una sagoma geometrica, un ovale perfetto, dalle sembianze di un pianeta.
La composizione e contrapposizione di questi due elementi racchiude per noi diversi elementi e caratteristiche che distinguono il festival: Danae è un oggetto che si è stratificato nella pazienza del tempo, con basi forti su cui poggiare. È il cristallo che si cela dentro un geode, un corpo oscuro che racchiude mistero e meraviglia, qualcosa di raro, prezioso, da cercare.
È stato inoltre ideato un nuovo elemento grafico che rappresenta in modo stilizzato la sovrapposizione dei due elementi minerali e racchiude al suo interno le parole chiave del festival.

LA MILANO DI TROVAFESTIVAL
“Renzo, salito per un di que’ valichi sul terreno più elevato vide quella gran macchina del Duomo sola sul piano, come se, non di mezzo a una città ma sorgesse in un deserto; e si fermò su due piedi, dimenticando tutti i suoi guai, a contemplare anche da lontano quell’ottava meraviglia di cui aveva tanto sentito parlare fin da bambino. Il Manzoni ci descrive così il Duomo di Milano, il simbolo della città.”
Sfatiamo un mito: Milano non è solo la città dello shopping e degli aperitivi, ma è soprattutto una meta internazionale per le arti e la cultura, non solo per i numerosi musei, ma anche per le rassegne, le case private con le mille suggestioni che meritano il viaggio. Oggi Milano è una città viva e aperta, che unisce la sua tradizione alla contemporaneità: per scoprire i luoghi della sperimentazione culturale milanese, esplora MilanoCORTEmpranea.

DA VEDERE
I musei sono numerosi ma alla Casa Boschi-Di Stefano ci siete mai stati? Opere d’arte, tappeti, sculture: un museo in miniatura che trasuda la passione dei proprietari imprenditori collezionisti. INDIRIZZO: Via Jan 15, 20159 Milano. http://www.fondazioneboschidistefano.it.
E se ti è piaciuta Casa Boschi-Di Stefano, c’è anche il Circuito delle Case Museo di Milano.
Milano si sta sviluppando in “verticale”, quale migliore prospettiva che non farsi un selfie dal 32esimo piano del Pirellone, il primo grattacielo della città disegnato da Ponti. Sul sito della regione è possibile consultare le date di apertura dell’attico. INDIRIZZO: via Fabio Filzi 22, 20124 MILANO http://regione.lombardia.it

MANGIARE
Anche il cibo è cultura e e molti dei luoghi che ospita a Milano eventi in stile Trovafestival hanno bar o ristoranti che possono riservare gradevoli sorprese: La Triennale (anche sul tetto con vista mozzafiato), il Chiostro del Piccolo Teatro, il Franco Teatro Parenti, il Teatro dell’Elfo, Olinda, ma anche il Castello Sforzesco e diversi musei…
Ravioleria d’asporto: nel cuore del quartiere cinese di Milano, è d’obbligo assaggiare i ravioli, realizzati sul momento e con carne italiana. INDIRIZZO: Via Paolo Sarpi 27, 20154 Milano.
Otto: un pranzo economico, buono e salutare, con tanto di acqua a volontà. Otto è la nuova isola coworking della zona cinese, aperto tutto il giorno, dove poter anche lavorare e bere caffè. INDIRIZZO: Via Paolo Sarpi 8, 20154 Milano. http://www.sarpiotto.com
Osteria del Treno: a pochi passi dalla Stazione Centrale, un vecchio dopolavoro ferroviario con circolo culturale e presidio di cibi e vini legati alla tradizione e al territorio. Angelo Bissolotti, che ha creato il locale alla fine degli anni Ottanta, è una miniera di storie e musiche milanesi (e non solo). A mezzogiorno, indimenticabile self service (economico ma ghiotto) dal passavivande. INDIRIZZO: Via San Gregorio 46, 20124 Milano. http://www.osteriadeltreno.it/

DORMIRE
OstellOlinda: un ostello essenziale per godersi appieno il festival. Immersi nel parco dell’ex ospedale e vicini alla metro per tornare nella civiltà. INDIRIZZO: Via Ippocrate 45, 20161 Milano http://www.olinda.org/ostello/ostello-olinda
Vietnamonamour B&B: un nido d’oriente in completa. pieno quartiere Isola. Con annesso ristorante vietnamita, l’esperienza è totale! INDIRIZZO: via Taramelli 67, Milano. http://vietnamonamour.com
B&B Adorabile: per un soggiorno elegante ed eccentrico questo B&B è l’ideale. Nel cuore dell città è comodo per i mezzi e per girare a piedi. INDIRIZZO: via Bramante 45, Milano http://www.adorabile.it/il-bed-breakfast-eccentrico-nel-centro-di-milano/
Hotel Sanpi: un hotel a quattro stelle nella suggestiva zona Lazzaretto, vicino a Porta Venezia e al centro di Milano. INDIRIZZO: Via Lazzaro Palazzi 18, 20124 Milano http://www.hotelsanpimilano.it
RossoSegnale B&B: un elegante e artistico soggiorno nel cuore storico di Milano. Con terrazza e palestra. INDIRIZZO: via Sacchini 18, 20131 Milano. http://www.rossosegnale.it/index.php
Red Velvet Guest House: un soggiorno tranquillo vicino a Porta Romana, raccordo per spostarsi con comodità in tutta la città. INDIRIZZO: ‪Via Ludovico Muratori 26, 20135 Milano http://www.redvelvetbnb.com
Libeccio B&B: a pochi metri da Porta Venezia, Libeccio offre un tranquillo soggiorno immersi in uno dei quartieri più caratteristici e centrali di Milano. INDIRIZZO: via Eustachi 12, 20129 Milano. http://www.libeccio-bbmilano.it/
Ripa del Naviglio B&B: palazzi a ringhiera, localini aperti fino a tardi e la suggestione dei navigli. Soggiorno caratteristico. INDIRIZZO: Ripa Di Porta Ticinese 71, 20143 Milano. http://www.ripadelnaviglio.it
Air Hotel: per poter sentire la musica anche dalla camera d’albergo, questo è perfetto! INDIRIZZO: Via Francesco Baracca, 2, 20090 Segrate. http://www.airhotel.it
B&B di Porta Tosa: con un bus in 15 minuti siete al concerto, ma se sbagliate direzione in altri 15 siete in duomo. La giusta via di mezzo. INDIRIZZO: Via Annibale Grasselli 11, 20137 Milano. http://www.portatosa.it
Hotel Tiziano: comodissimo per raggiungere Rho Fiera, ma senza lasciare il centro della città. INDIRIZZO: Via Tiziano 6 | Zona Fiera, 20145 Milano http://hoteltizianomilano.it/it/
Relais Villa Rosa: l’ideale per una full immersion in fiera. INDIRIZZO: Via Sempione 194, 20016 Pero. http://www.relaisvillarosa.it/ITA/index.html
Lamarmora 18 B&B: elegante soggiorno in uno dei palazzo storici del centro. Copmodo con i mezzi e per belle passeggiate. INDIRIZZO: via Lamarmora 18, Milano. http://www.lamarmora18milano.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.